Non c’è due senza tre

Mancano poco meno di due settimane. Damien, con la sua insaziabile curiosità, continua a cercare blog, racconti ed esperienze che possano prepararci al meglio… In effetti le scelte da fare non sono semplici; i posti da vedere sono tanti, le agenzie locali ancora di più. Le informazioni si ripetono a rotazione: freddo, paesaggi incredibili, qualche mal di montagna, freddo e…ah sì, ancora freddo! Speriamo che le esperienze sui ghiacciai ci abbiano preparato un po’ di più di altri turisti in jeans a 4.000 mt.

Iniziamo a chiedere informazioni a varie agenzie per partecipare alle escursioni più conosciute, e i prezzi sono veramente fuori mercato…almeno per noi. Siamo partiti per un’avventura, e un’avventura sarà, ce la sbrigheremo da soli con gli autobus e potremo scegliere cosa vedere e dove fermarci, a costo di metterci un giorno in più.

Piccolo aneddoto: dopo aver prenotato il primo autobus Lima-Huaraz e le prime notti di ostello, una bella sera mi dico che sarebbe il caso di ricontrollare quella mail della compagnia aerea che sapeva tanto da spam… altroché spam! Il volo Madrid – Lima è stato veramente posticipato di un giorno! Accidenti a me! Ci precipitiamo sul sito per spostare autobus e ostello: booking for president, perché i cambiamenti sono gratis fino a pochi giorni prima dell’arrivo, e l’autobus….quasi. L’assistenza ci dice che non si può spostare ma si può cancellare con una penalità di circa 3 euro… Pazienza. Cancellati i biglietti li ricompriamo subito sul sito e quando ci arriva la conferma per mail….entrambi i biglietti sono a nome di Damien!!

La Michela inizia a dare di matto e lascia Damien gestire la situazione, e l’indomani mattina abbiamo due biglietti che, si spera, ci porteranno a Huaraz, nella meravigliosa Cordillera Blanca.

Non c’è due senza tre..? Staremo a vedere…